betn1 homepage

Con il passare del tempo e l’evolversi della tecnologia, il numero di persone che si sono appassionate alle scommesse sportive è cresciuto in misura veramente impressionante. È vero, da una parte, che l’emergenza Coronavirus, iniziata al termine di febbraio in Italia, ha portato alla sospensione del campionato, che ha poi ripreso in seguito al lockdown, una misura necessaria anche se forte, ma che ha permesso di evitare che la situazione potesse sconfinare in contorni ancora più drammatici.

Anche se in quei mesi le scommesse hanno fatto fatica a ingranare, giustamente proprio per via della mancanza di eventi sportivi, ci sono stati gli eventi virtuali ad attirare l’attenzione degli utenti, che hanno potuto comunque puntare sulle varie partite create virtualmente da parte di un apposito software a ciò espressamente dedicato.

Il trend delle scommesse, però, è ripreso con la ripartenza del campionato di Serie A. una delle più piattaforme più attrezzate risponde certamente al nome di Betn1 scommesse, che si caratterizza per essere un bookmaker veramente vantaggioso, dando agli utenti tutti gli strumenti per divertirsi non solamente puntando sullo sport, ma offrendo un’esperienza di gioco valida a 360 gradi, con un gran numero di interessanti giochi d’azzardo.  La piattaforma di betn1link.info segue uno stile moderno e giovanile, garantendo però la massima affidabilità e sicurezza in ogni sua componente, permettendo di scommettere su ogni tipo di evento sportivi in modo rapido e semplice.

Sistemi di progressione, tutto quello che c’è da sapere

Sono decisamente numerosi i vari sistemi di progressione che si possono adottare per scommettere. Proviamo a capire quelli che vengono definiti più efficaci e anche quelli maggiormente diffusi e utilizzati da parte degli addetti ai lavori.

Certo, prima di cominciare a giocare, c’è sempre la necessità di prestare la massima attenzione nel seguire dei criteri molto importanti, che possono fare la differenza e impattare soprattutto sul vostro conto di gioco e sulla serie di vincite che potreste portare a casa. Quindi, ecco i principali elementi da considerare per chi volesse optare per un sistema a progressione.

Il primo fattore da valutare è quello di prendere in considerazione solo ed esclusivamente delle quote che sono pari quantomeno a 2. Anche se chiaramente nulla vieta di poter raggiungere comunque diverse schedine vinte consecutivamente puntando su quote più basse, comunque inferiori rispetto al raddoppio, bisogna mettere in evidenza come, nel lungo periodo, ci sia il rischio di affrontare un gran numero di pericoli e che non sia più così conveniente.

Alla scoperta del sistema Paroli

Uno dei più interessanti e diffusi sistemi di scommesse a progressione è sicuramente il Paroli. L’obiettivo è chiaramente quello di aumentare le probabilità di veder crescere i propri profitti. In che modo? Innescando una vera e propria serie di scommesse vinte. Il sistema Parioli è vecchio di un oltre un secolo e nacque in quel di Montecarlo, una delle località che per storia e tradizione sono maggiormente legate al gioco d’azzardo.

Inizialmente, il sistema Parioli veniva impiegato solo ed esclusivamente come tattica legata alla roulette. Il suo nome deriva dal termine latino “par”, che significa uguale o pari. Un metodo che è stato realizzato e descritto da parte di Victor Bethell, che ne scrisse a lungo all’interno di un suo libro, ovvero “Monte Carlo Anecdotes”. Un sistema di progressione che presenta uno sviluppo completamente diverso rispetto al Martingale. In poche parole, il Paroli comprende una serie di elementi legati al sistema Martingale e altri che fanno riferimento al sistema Anti-Martingale. L’obiettivo è quello di accumulare delle vincite dalle somme risicate, ma in maniera costante, evitando qualsiasi rischio legato a delle perdite ingenti.

Tutto quello che c’è da sapere sul sistema Parioli

Si tratta di una tecnica a progressione positiva, in cui ogni volta che il giocatore riesce ad azzeccare una scommessa, è chiamato a puntare il doppio su quella successiva. Nel momento in cui, invece, una scommessa viene persa, ecco che secondo tale strategia bisogna piazzare delle puntate del medesimo importo per ciascuna giocata. Non c’è bisogno di avere un bankroll molto alto per poter attivare tale sistema, senza dimenticare come le perdite, quando si incontrano sul percorso di gioco, di solito sono piuttosto limitate. Interessante mettere in evidenza anche come quando si impiega il sistema Paroli, i limiti di tabella non si possono ritenere un vero e proprio ostacolo.

Il sistema di scommesse Parioli si basa su una logica ben precisa, ovvero che i vari scommettitori dovrebbero riuscire a incrementare le vincite, incrementando al contempo pure la somma da scommettere, all’interno di puntate consecutive vincenti, al contempo abbassando la posta in caso di sequenze che si rivelano perdenti. Non solo, visto che con tale strategia, c’è anche la garanzia che nessuna unità sia in pericolo durante la scommessa. Nel momento in cui si effettua una puntata su una somma molto importante, bisogna evidenziare come la posta in gioco deriva dalle precedenti scommesse che sono state vinte. Un sistema di scommesse che non prevede un notevole studio sia per capirlo che per metterlo in pratica.

Le regole da rispettare nel sistema Paroli

Il primo passo è sempre quello di stabilire con grande precisione quale possa essere la puntata di base più adatta alle proprie esigenze. Per fare in modo che tale sistema di scommesse possa risultare efficace, serve capire quale sia la puntata di base migliore, che deve essere definita in relazione alla somma che caratterizza il proprio bankroll. Proviamo a fare un esempio in modo tale da rendere questo concetto un po’ più chiaro. Con un bankroll pari a 500 euro, non avrebbe granché senso definire una puntata di base pari a 50 euro. Molto meglio, invece, ragionare su un valore compreso tra 1 e 5 euro. Nel caso in cui siate degli scommettitori high-roller, è chiaro che le cose cambiano, visto che anche il bankroll sarà caratterizzato da cifre certamente più ingenti, con una puntata di base che crescerà di pari passo. Ad esempio, con un bankroll pari a 10 mila euro, ecco che la puntata di base potrebbe aggirarsi tra 50 e 100 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *